Salta al contenuto principale

Il ruolo fondamentale dell’Attacco Vocale

Il momento in cui inizi a cantare si chiama Attacco Vocale. La precisione con cui puoi cantare una frase musicale dipende da come attacchi la frase.

Corsi di Canto

L’Attacco Vocale

Si chiama attacco il momento in cui iniziamo a cantare.

L’attimo in cui emettiamo il primo suono è quello in cui le corde vocali si avvicinano.

L’attacco vocale può essere di 3 tipi: Morbido, Duro, o Soffiato.

L’attacco corretto e più sano è quello morbido, in cui le corde vocali si avvicinano dolcemente per dare origine al suono.

Tuttavia anche l’attacco duro e quello soffiato sono usati nel canto per motivi di stile, ma bisogna imparare ad attuarli correttamente.

Ogni principio legato alla voce non è isolato dal resto. Imparare la tecnica vocale significa combinare in maniera naturale ed equilibrata tanti diversi meccanismi.

Un percorso vocale efficace deve tenere conto di questo e dell’ordine corretto con cui ogni meccanismo va internalizzato.

Per questo il Metodo Dinamico fa in modo che tu impari gradualmente e profondamente ogni azione necessaria per cantare bene e con naturalezza.


Le Lezioni

Argomenti trattati nel corso sull’Attacco Vocale

  • Introduzione al Corso

    Cantare bene o male una frase dipende molto da come si attacca il suono.

    Un attacco vocale morbido permette un’adduzione dolce delle corde e un migliore controllo e stabilità della voce.

    Al contrario gli attacchi duro e arioso, soprattutto se eseguiti senza attenzione, fanno male e rendono la voce instabile.

  • L’Attacco Vocale Morbido o Dolce

    Nell’attacco vocale Morbido le corde vocali si adducono dolcemente.

    È l’attacco vocale corretto e più sano; per impararlo faremo esercizi che usano sillabe che iniziano con L, R e M.

    Queste consonanti inducono naturalmente ad attaccare dolcemente.

  • Esercizi per fare l’attacco vocale Morbido

    Per imparare l’attacco morbido servono esercizi con sillabe a fonema iniziale liquido, polivibrante e nasale - bilabiale (L-R-M).

    È importante variare gli esercizi per renderli più efficaci, per questo, pur usando le stesse sillabe, la sequenza di note di questi esercizi è diversa dai precedenti.

  • L’Attacco Glottale

    L’attacco glottale o attacco duro, avviene quando le corde vocali si avvicinano bruscamente.

    Poiché “sbattono” l’una contro l’altra è un attacco vocale rischioso e non sano.

    Tuttavia è possibile applicarlo correttamente attenuando la forza con cui le corde si adducono.

    Con i prossimi esercizi imparerai ad applicare l’attacco glottale senza rischi e per questo scopo useremo le sillabe G e K con fonema iniziale gutturale.

  • L’Attacco Vocale Sospirato o Arioso

    Nell’attacco sospirato o arioso le corde vocali si adducono solo in parte lasciando passare quindi aria.

    Stilisticamente è d’effetto e molto usato, ma anche in questo caso è necessaria attenzione.

    Abusare di un attacco vocale arioso è dannoso per la voce e fa perdere controllo.

  • Esercizi che alternano attacco Morbido e Duro

    Articolare le parole di una canzone fa sì che le corde vocali si adducano in maniera differente.

    Poiché le parole sono composte sia da suoni “liquidi”, sia da suoni “gutturali” ecco un set di esercizi che combinano i due fonemi e ti permetteranno di migliorare sensibilmente l’articolazione delle parole.