Salta al contenuto principale

Domande sul Canto

Le persone con la voce nasale sono più stonate?

La caratteristica nasale di una voce riguarda il suono, una voce sgradevole non è necessariamente una voce stonata e viceversa. L’intonazione invece, riguarda la capacità di cantare il suono con il giusto pitch e quindi collocare i suono nella giusta posizione alla giusta altezza.


Trascrizione del video

Le persone con la voce nasale, sono più stonate? Questa è una domanda che mi è arrivata proprio qualche giorno fa, ed è una domanda in realtà che sono felice di trattare. Sono felice di rispondere, perché mi sono resa conto che ci sono persone che confondono l’intonazione di una voce, con il brutto suono di una voce; che sono cose sostanzialmente diverse. Una voce sgradevole, quindi con un suono sgradevole, come può essere appunto una voce nasale per esempio, o stridula, non necessariamente è stonata. E così il contrario.

Perché quello che fa una voce, il suono di una voce sgradevole, è il timbro, appunto il suono, la qualità acustica, sonora, della voce. L’intonazione è altra cosa, ed è legata invece alla capacità di azzeccare sostanzialmente i suoni, quindi di cantarli sul giusto pitch, cioè alla giusta altezza. Ti faccio un esempio pratico per chiarirci. Se io canto una piccola scala, con un suono molto nasale, intonata, ti renderai conto che la voce è brutta, però è intonata. Ecco l’esempio:

MMMMM

Sicuramente, ecco, non era il suono più gradevole del mondo.

Era una voce ovviamente molto nasale, molto chiusa, e anche un po’ antipatica. Però le note erano quelle, erano giuste, erano intonate. Quindi la voce, la qualità della voce, il timbro della voce, non ha a che fare con l’intonazione. La prossima volta che ascolti una voce che non ti piace, cerca di capire per quale ragione, quindi cerca di separare l’aspetto del suono appunto, dall’aspetto invece strettamente legato all’intonazione.