Salta al contenuto principale

Interpretazione Vocale

4 Consigli per non imitare il tuo cantante preferito

Tutti noi abbiamo dei cantanti preferiti, artisti ai quali ci ispiriamo, è normale ed è giusto avere dei punti di riferimento, ma non è giusto cercare di imitare quei cantanti, soprattutto sotto l’aspetto della timbrica. Ogni voce è unica e ha caratteristiche ben precise e singolari, cercare di imitare una voce diversa dalla nostra può essere dannoso perché ci impone di cantare in un modo per noi innaturale. Inoltre si perde il senso dell’essere cantanti perché la propria sensibilità artistica e la propria capacità interpretativa devono essere frutto di un’espressione personale, non di una copia di qualcosa che già c’è.


Trascrizione del video

Se è giusto prendere ispirazione dal proprio cantante preferito, non è altrettanto giusto cercare di imitarlo, cercare di imitarne la voce e il timbro in particolar modo. Questo perché tutti noi abbiamo una voce unica, e il fatto di imitare un’altra voce può per prima cosa provocare dei danni al nostro strumento, alla nostra voce, e poi elimina il senso dell’essere dei cantanti, cioè di essere unici, di avere una propria personalità.

Il primo consiglio consiste nell’ascoltare la canzone del tuo cantante preferito che vuoi cantare, e una volta che l’hai ben memorizzata smetti di ascoltarla nella versione del tuo cantante preferito. Questo perché se continui ad ascoltarla e a cantarci sopra, continuerai inevitabilmente a cercare di ricalcare gli stessi suoni che il cantante in questione fa.

Quindi cerca una volta appunto che hai imparato, di cantarla su una base musicale senza la voce del cantante preferito, oppure cantandola accompagnato da uno strumento, o a cappella, quindi senza nessun riferimento armonico. Il secondo consiglio è quello di cercare la stessa canzone, cantata da altri cantanti, e quindi ascoltare anche altre voci che interpretano lo stesso brano. Questo ti serve per renderti conto che è possibile svincolarsi, slegarsi da una versione originale di un brano mettendo sempre qualcosa di proprio, e qualcosa quindi di unico e di inimitabile.

Il terzo consiglio è quello di trovare la tua vera voce su quella canzone. E per farlo ti consiglio di prendere il testo della canzone, e di recitarlo parlando. Quando parli la tua voce è quella, non si scappa. Una volta che avrai ripetuto più e più volte il testo della canzone soltanto parlando, cerca di riportare quella stessa timbrica anche nel canto. Quindi cercando di renderti conto di quali sono quelle inflessioni che sono tipiche caratteristiche del tuo cantante preferito, che in realtà non sono le tue, che non usi parlando.

L’ultimo consiglio è quello di cercare la stessa canzone cantata da un cantante del sesso opposto rispetto a quello che è il tuo cantante preferito. Sicuramente puoi trovare versioni di amatori, quindi di cantanti amatoriali, oppure di cantanti famosi, di uno stesso brano, ma appunto interpreti di sesso differente. Per cui se il tuo cantante preferito è un uomo, cerca una versione di quella stessa canzone interpretata da una donna.

In questo modo avrai uno spettro ancora più ampio di come in realtà possa essere cantata la stessa canzone, e di come la personalità vocale debba essere unica e debba essere assolutamente personale.